Bonbon Robespierre: Il Terrore dal volto umano

by Sergio Luzzatto

Einaudi | October 7, 2010 | Kobo Edition (eBook) | Italian

Not yet rated | write a review
Per tutti noi, dire «Robespierre» equivale a dire Maximilien Robespierre, e significa Rivoluzione francese, giacobinismo, Terrore. Ma dire «Robespierre» vuole anche dire il fratello minore della famiglia, Augustin. Per gli amici: Bonbon. Un personaggio di cui non si trova traccia nella maggior parte dei libri di storia, se non là dove si parla del 28 luglio 1794: il giorno del Termidoro in cui entrambi i fratelli Robespierre vennero condannati a morte. Eppure, anche Augustin ebbe un ruolo significativo nella Rivoluzione. Fu a sua volta un uomo di legge, un militante giacobino, un deputato della Montagna. E fu a sua volta un terrorista. Non però un terrorista di scrivania, un burocrate della ghigliottina come Maximilien. Augustin fu un terrorista di terreno: dal profondo nord al profondo sud, percorse in lungo e in largo la Francia della Rivoluzione. E, a forza di guardare in faccia il Terrore, comprese che solo fermando la metastasi della violenza si potevano preservare le conquiste rivoluzionarie. Soltanto terminando la Rivoluzione si poteva salvarla.

Format: Kobo Edition (eBook)

Published: October 7, 2010

Publisher: Einaudi

Language: Italian

The following ISBNs are associated with this title:

ISBN - 10: 8858402154

ISBN - 13: 9788858402153

Found in: Reference

save 0%

  • Available for download
  • Not available in stores

$9.99  ea

$9.99 List Price


See details

Easy, FREE returns. See details

Downloads instantly to your kobo or other ereading device. See details

Reviews

– More About This Product –

Bonbon Robespierre: Il Terrore dal volto umano

by Sergio Luzzatto

Format: Kobo Edition (eBook)

Published: October 7, 2010

Publisher: Einaudi

Language: Italian

The following ISBNs are associated with this title:

ISBN - 10: 8858402154

ISBN - 13: 9788858402153

From the Publisher

Per tutti noi, dire «Robespierre» equivale a dire Maximilien Robespierre, e significa Rivoluzione francese, giacobinismo, Terrore. Ma dire «Robespierre» vuole anche dire il fratello minore della famiglia, Augustin. Per gli amici: Bonbon. Un personaggio di cui non si trova traccia nella maggior parte dei libri di storia, se non là dove si parla del 28 luglio 1794: il giorno del Termidoro in cui entrambi i fratelli Robespierre vennero condannati a morte. Eppure, anche Augustin ebbe un ruolo significativo nella Rivoluzione. Fu a sua volta un uomo di legge, un militante giacobino, un deputato della Montagna. E fu a sua volta un terrorista. Non però un terrorista di scrivania, un burocrate della ghigliottina come Maximilien. Augustin fu un terrorista di terreno: dal profondo nord al profondo sud, percorse in lungo e in largo la Francia della Rivoluzione. E, a forza di guardare in faccia il Terrore, comprese che solo fermando la metastasi della violenza si potevano preservare le conquiste rivoluzionarie. Soltanto terminando la Rivoluzione si poteva salvarla.