Il fantastico viaggio di UBU: Storia di un tentativo di suicidio finito male, cioè bene by Lele Panzeri

Il fantastico viaggio di UBU: Storia di un tentativo di suicidio finito male, cioè bene

byLele Panzeri

Kobo ebook | March 15, 2014 | Italian

Pricing and Purchase Info

$9.99

Available for download

Not available in stores

about

La seconda puntata di “C’ero una volta” – autobiografia non autorizzata di Lele Panzeri, il più noto e premiato pubblicitario italiano – non smentisce le aspettative regalandoci una strana avventura di mare, doppia come i due emisferi del cervello, parallela come i paralleli sulla carta nautica, intrigante come un biglietto di sola andata. Qui Ulisse, Nemo o Achab non c’entrano nulla, ma c’entra Geppetto, sulla barchetta, alla ricerca del suo Pinocchio: “Un puntino piccolissimo, all’orizzonte, in balìa delle onde”. Un doppio viaggio, reale-irreale, dentro-fuori, ambivalente. Un viaggio incompiuto che nella sua incompiutezza compie invece il destino di molti, non solo dell’autore. La storia. Nel 2009 a quasi 60 anni Lele Panzeri decide di comprare una piccola barca, un Mni 6.50 – che battezza “Ubu” – con l’idea di fare il giro del mondo in solitario per sconfiggere una crisi depressiva: «Ho 63 anni, godo di ottima salute, ma qualche anno fa sono stato assalito da un malessere interiore che mi ha devastato. Di questi tempi la chiamano depressione. Qualche tempo fa si chiamava esaurimento nervoso. Molto tempo fa si chiamava spleen. A me piace pensare di aver avuto lo spleen, come Baudelaire. Non la depressione, come Sara Tommasi…» racconta Lele nell’introduzione, e continua: «Ho preso alcune centinaia di pasticche, ho frequentato alcuni psicanalisti. Poi ho smesso di fare entrambe le cose: ho deciso di uscirne da solo, per cui ho provato a curarmi con l’acqua salata. Il libro che state per leggere è, in sostanza, il mio viaggio attraverso l’acqua salata per cercare di allontanarmi il più possibile dalle scogliere dello spleen». Nella prefazione, scritta dall’amico e collega Sandro Baldoni, si legge: “Questo è il libro sulla depressione più divertente che abbia mai letto. Con la scusa di narrarci avventure di mare, Lele orza, cazza, allasca con maestria tra le ombre proiettate dal suo cervello distillando racconti fantastici e liberatori che alla fine risultano più potenti di qualsiasi inibitore della ri-captazione della serotonina. È un libro che fa bene, lo consiglierei all'Ordine degli Psichiatri come testo sussidiario alla terapia, da distribuire ai pazienti”.
Title:Il fantastico viaggio di UBU: Storia di un tentativo di suicidio finito male, cioè beneFormat:Kobo ebookPublished:March 15, 2014Publisher:BlonkLanguage:Italian

The following ISBNs are associated with this title:

ISBN - 10:8897604285

ISBN - 13:9788897604280

Look for similar items by category:

Customer Reviews of Il fantastico viaggio di UBU: Storia di un tentativo di suicidio finito male, cioè bene

Reviews