La Pendola della Vita e della Morte: Otto rintocchi di morte by Adelaide Byrne

La Pendola della Vita e della Morte: Otto rintocchi di morte

byAdelaide Byrne

Kobo ebook | February 8, 2015 | Italian

Pricing and Purchase Info

$7.11

Prices and offers may vary in store

Available for download

Not available in stores

about

Delle Indagini Segrete di Gabriele D’Annunzio scrive Adelaide Byrne: “Un anno fa mi capitò tra le mani un fascicolo del Romanzo Mensile del Maggio 1923 intitolato: Gli otto rintocchi della pendola di Maurizio Leblanc. Lo lessi tutto di un fiato. La scrittura semplice e comunicativa dello scrittore francese, creatore del celebre Arsenio Lupin, mi affascinò. Fu allora che decisi di fare dei remake degli otto racconti contenuti in quel periodico ingiallito dal tempo. Dei remake che però non alterassero profondamente la trama originale e il senso dei racconti. La Francia diventò l’Italia, la Normandia, Roma. Il principe Renine diventò Gabriele D’Annunzio e la sua amante Ortensia Daniel, Eleonora Danieli. Fatte salve le trame leggermente modificate, tutto poi è stato trasformato. Soprattutto i personaggi. Inoltre tutte le storie contengono un capitolo d’apertura inedito come pure un capitolo di chiusura, altrettanto inedito. Il capitolo iniziale ha lo scopo di immetterci nella storia inquadrandola in una prospettiva diversa da quella ideata da Maurizio Leblanc e quello finale ha il preciso scopo di illustrare la ricompensa che esige Gabriele D’Annunzio alla conclusione positiva delle sue avventure. Sì, perché egli si interessa solo ai quei casi che gli vengono prospettati da belle donne e dalle quali esige, come premio, il loro corpo. Sono poi stata molta attenta a rispettare l’epoca in cui si svolgono le storie, gli inizi del novecento, e i luoghi. Ad esempio se parlo di un albergo mi riferisco ad un albergo che esisteva in quell’epoca, quindi non un albergo immaginario. Sono stata attenta anche alla moda e alla mentalità che imperava in quegli anni in cui le donne cominciavano ad emanciparsi. La stessa co-protagonista delle Indagini Segrete di Gabriele D’Annunzio, Eleonora Danieli, è un esempio di quello che vado affermando. Disinvolta e disinibita, ama concedersi agli uomini per il proprio piacere, senza però rinunciare all’amore, questo sì di tipo romantico, che prova per il suo maestro di vita. Nel creare il personaggio di Eleonora Danieli ho tenuto conto di quella che fu un’amante di Gabriele D’Annunzio, la pittrice americana Romaine Goddard. Nella primavera del 1910 la ricchissima Romaine Goddard, si separa dal marito inglese John Ellingham Brooks, e dopo essersi apertamente dichiarata lesbica, ha un'intensa relazione con D'Annunzio, che aveva incontrato la prima volta nel 1909. I trasgressivi convegni con la pittrice bisex, che simultaneamente era legata alla scrittrice Nathalie Clifford Barney e all'attrice Ida Rubistein, continuarono episodicamente per anni. E così sono gli incontri di Eleonara Danieli: sporadici e trasgressivi, sempre legati ad una indagine di tipo poliziesco. In verità in questi otto racconti l’aspetto lesbico di Eleonora Danieli è appena accennato e questo avviene nella terza avventura delle Indagini: La Notte del Mistero. Racconto questo altamente erotico, in cui più che dare risalto all’indagine poliziesca ho preferito mettere in primo piano la sessualità di Eleonora.” 

Introduzione a Il Mistero della Torre

 

Un remake in chiave sottilmente erotica di un racconto ambientato nei primi del novecento. Ne è protagonista un insolito Gabriele D’Annunzio nei panni sia del Don Giovanni che in quelli dell’Investigatore Privato.

Nella campagna vicentina egli distoglie una vedova bianca da un insano progetto e facendo con lei una passeggiata penetra in un torre inquietante ove scopre prima un misterioso orologio, ancora in funzione dopo vent’anni senza che nessuno lo abbia mai ricaricato, e poi un cannocchiale nascosto nella cassa dell’orologio a muro. Le due scoperte porteranno alla luce due cadaveri insepolti e saranno gli indizi che riveleranno anche chi li ha assassinati.

Introduzione all’Inganno

 

Roma agli inizi del 900. Il giovane Giacomo Auteri è stato condannato all’ergastolo e sta per entrare definitivamente a Regina Coeli. L’ingresso in quel carcere, noto per le condizioni disumane in cui vivono i detenuti, equivale ad una morte certa.

Gabriele D’Annunzio decide di interessarsi al caso, sia per la sua innata curiosità ma soprattutto per la bellezza della moglie di Giacomo Auteri, Rosa Auteri. Si reca quindi dalla donna e le propone di salvare suo marito a patto che: Se dovessi dimostrare l’innocenza di vostro marito sareste disposta a passare una giornata in mia compagnia e a fare tutto quello che vi chiederò?

La donna, indignata, accetta. Ed ancora una volta Gabriele D’Annunzio con un’abilità diabolica risolve un caso grazie solo alle sue intuizioni e alla sua sagace intelligenza. Gli è accanto come sempre la sua amante e collaboratrice Eleonora Danieli.

Introduzione a La Notte del Mistero

 

A Castiglion della Pescaia, in Toscana, Eleonora Danieli incontra una sua antica fiamma, Adriana Aldrovandi, che le chiede aiuto per risolvere un intricato caso che riguarda l’uomo che intende sposare. Un uomo che ha due madri e che intende scoprire chi delle due è la sua vera madre.

Come sempre Eleonora si rivolge al suo amante e maestro di vita Gabriele D’Annunzio che accetta il caso e quando pone le sue condizioni a Adriana Aldrovandi si sente rispondere:

— Non ho alcun problema a darmi a voi. Non sarete ne il primo ne l’ultimo con il quale tradirò il mio futuro marito. Solo mi avrete alle mie condizioni, che vi detterò quando sarà il momento.

E l’aspetta una sorpresa che non si aspettava.

Introduzione a L’Attrice

 

In un assolato pomeriggio romano Gabriele D’Annunzio incontra la bellissima attrice Aurora Andreani e decide che in un modo o l’altro deve averla. Il destino gli viene incontro sotto il rapimento della stessa da parte di una comparsa del suo ultimo film La Principessa Felice.

Con l’aiuto della sua compagna e collaboratrice, Eleonora Danieli, si mette sulle tracce del rapitore, ma, proprio quando sta per cogliere il trionfo, una sorpresa che non aveva messo in conto lo sconcerta.

Introduzione a Le Due Rivali

 

Una conversazione carpita in treno da Gabriele D’Annunzio gli fa sospettare la possibilità di un delitto. Con la sua amante e collaboratrice, Eleonora Danieli, si trasferisce sulla Riviera Ligure, e più precisamente a Santa Margherita Ligure, per controllare che nulla accada al famoso pittore Ernesto Giribaldi, la vittima probabile.

E qui, proprio sotto i suoi occhi, avviene il delitto. Un delitto impossibile, in quanto, nella cabina da spiaggia in cui è avvenuto il misfatto, nessuno è entrato. Inoltre la cabina è stata tenuta costantemente sotto sorveglianza.

Inizialmente si sospetta il suicidio, ma come si sarebbe ucciso? La ferita è proprio al centro della schiena, in un punto in cui la mano non può arrivare. E poi non vi sono armi nella cabina.

Un mistero che Gabriele D’Annunzio riuscirà a sciogliere grazie alle sue intuizioni e alla sua sagacia, ottenendo nel compenso la sua solita ricompensa. 

Introduzione a La Signora dalla Mannaia

 

Orribili delitti seriali stanno avvenendo a Roma. Giovani donne vengono rapite, torturate e poi uccise con un colpo di mannaia in testa. Chi è che compie questi delitti e perché? Gabriele D’Annunzio, a seguito del rapimento della sua amante Eleonora Danieli è costretto ad indagare per salvare l’amata dal settimo colpo di mannaia. Ed egli, con la semplice logica del ragionamento, riesce a districare una terribile e oscura vicenda.

Introduzione a Passi di Morte sulla neve

 

Dopo la terribile esperienza vissuta da Eleonora Danieli, l’amante di Gabriele D’Annunzio nell’avventura della Signora dalla Mannaia, questa si è ritirata a Lucignano, un incantevole paesino alle porte di Arezzo. Da qui scrive una lettera a Gabriele D’Annunzio che, preso da nostalgia per la donna, la raggiunge, in tempo per risolvere un intricato delitto a cui la stampa ha dato il titolo di Passi di Morte sulla Neve.

Introduzione a Il Talismano del Cavaliere Templare

 

Ottava avventura del ciclo che potremmo definire Gli otto rintocchi della pendola, Adelaide Byrne, l’autrice del romanzo, ci trascina da un’epica battaglia tra cristiani e mussulmani a un bordello di lusso, ove, inspiegabilmente, D’Annunzio fa prostituire la sua amante.

Si passa così da un’atmosfera da romanzo di avventure, ad un mistero in piena regola, a quello che è, infine, un aperto omaggio al romanzo Histoire d’O di Pauline Reage.

Scelta che sembra inspiegabile, ma per coloro che conoscono la vita di Gabriele D’Annunzio sanno anche dei suoi grandi amori e delle sue forte depravazioni, per cui questo episodio, che ripeto può sembrare fuori luogo, a ben vedere ha una sua logica.

Title:La Pendola della Vita e della Morte: Otto rintocchi di morteFormat:Kobo ebookPublished:February 8, 2015Publisher:Self-PublishLanguage:Italian

The following ISBNs are associated with this title:

ISBN:9990050265560

Look for similar items by category:

Reviews